Robotica industriale con l’intelligenza artificiale

Robotica industriale con l’intelligenza artificiale

Immagina un braccio robotico gigante che può muoversi velocemente e con precisione per montare pezzi di macchine o dipingere automobili.

Questi robot possono lavorare tutto il giorno e tutta la notte senza stancarsi e possono fare lo stesso lavoro molte volte esattamente nello stesso modo.

Per esempio, in una fabbrica di automobili, ci sono robot che aiutano ad assemblare le parti della macchina.

Alcuni robot tengono le parti insieme mentre altri le saldano. Questo rende il lavoro più veloce e sicuro, perché i robot possono fare questi lavori in spazi stretti o con materiali molto caldi che sarebbero pericolosi per le persone.

L’intelligenza artificiale (AI) può migliorare la robotica industriale in molti modi, un po’ come quando aggiungi un cervello molto intelligente a un robot.

Immagina un robot in una fabbrica che impara da solo come fare le cose meglio, proprio come fai tu quando impari a giocare a un nuovo videogioco. L’IA permette ai robot di imparare dai loro errori e di diventare più bravi nel loro lavoro.

I robot con l’IA possono riconoscere situazioni pericolose o nuove e fermarsi o cambiare ciò che stanno facendo per mantenere tutti al sicuro.

Lavoro di squadra

Pensa ai robot come a compagni di squadra in un gioco. L’IA aiuta i robot a lavorare meglio insieme agli umani, capendo cosa gli umani stanno facendo e aiutandoli nel modo più utile.

Immagina che l’intelligenza artificiale (IA) sia come un traduttore o un mediatore tra gli umani e i robot in una fabbrica. I robot con IA possono “ascoltare” e “vedere” quello che fanno gli umani. È un po’ come quando giochi con un amico e capisci cosa vuole fare guardandolo o ascoltandolo.

Se un umano sta spostando una scatola, il robot può capire e aiutare.

L’AI permette ai robot di “pensare” a cosa farà dopo una persona. Come quando giochi a calcio e cerchi di capire dove passerà la palla il tuo compagno di squadra.

Se un umano cambia il suo modo di lavorare, il robot può adattarsi velocemente. È come ballare con qualcuno e cambiare i passi quando anche il tuo partner li cambia.

Alcuni robot con AI possono anche “parlare” o usare segnali per comunicare con gli umani, dicendo loro cosa stanno facendo o cosa hanno bisogno di fare insieme.

È molto importante che i robot siano sicuri da usare.

L’AI aiuta i robot a capire quando è il momento di fermarsi o di muoversi per non urtare le persone o creare situazioni pericolose.

I cobots

Un esempio reale di come l’intelligenza artificiale (IA) aiuta nella collaborazione tra robot e umani in fabbrica è il caso dei robot collaborativi, chiamati anche “cobots”.

Questi cobots sono progettati per lavorare fianco a fianco con gli operai umani.

Immagina una fabbrica dove si assemblano telefoni cellulari. In una stazione di lavoro, c’è un cobot dotato di IA. Questo cobot è programmato per fare lavori ripetitivi come avvitare componenti o posizionare schermi sui telefoni.

Ecco come funziona la collaborazione:

Il cobot usa l’IA per posizionare perfettamente lo schermo sul telefono. È come avere un amico che ti aiuta a mettere gli adesivi nei posti giusti senza sbagliare.

Se un operaio cambia la posizione di un telefono sulla linea di montaggio, il cobot, grazie all’IA, lo nota e si adatta. È come quando giochi a un gioco di squadra e ti adatti a quello che fanno i tuoi compagni.

Il cobot è progettato per fermarsi se un umano si avvicina troppo, per evitare incidenti. È un po’ come avere un amico che smette di correre quando ti avvicini per non urtarti.


Approfondisci le questioni relative alla robotica leggendo i seguenti articoli:

Efficienza ed equità nello sviluppo dell’intelligenza artificiale e della robotica

Comprensione visiva, linguaggio naturale, e robotica: Deepmind, il modello Robotic Transformer 2.