La sicurezza informatica con l’intelligenza artificiale

La sicurezza informatica con l’intelligenza artificiale

La Cybersecurity, o sicurezza informatica, si occupa come un supereroe di proteggere il mondo di Internet e dei computer.

Immagina che il tuo computer o telefono sia come una casa. All’interno della tua casa ci sono molte cose importanti e segrete, come foto, video, documenti e persino le informazioni della tua carta di credito.

Ora, ci sono dei ladri (i “hacker“) che cercano di entrare nella tua casa per rubare o danneggiare queste cose importanti.

La Cybersecurity è come un sistema di allarme e delle serrature super forti che proteggono la tua casa dagli intrusi.

Per fare questo, la Cybersecurity usa molte tecniche diverse, come password complicate, programmi che rilevano quando qualcuno sta cercando di entrare nel tuo computer (un po’ come i sensori di movimento che accendono le luci quando qualcuno si avvicina alla tua casa di notte), e aggiornamenti regolari che rafforzano le serrature e il sistema di allarme.

Senza la Cybersecurity, sarebbe come lasciare la porta di casa aperta con un cartello che dice “Entra pure!”.

Ecco alcuni aspetti di cui si occupa la Cybersecurity:

  • Protezione dei Computer da virus e hacker.
  • Analisi delle Minacce
  • Sicurezza delle Reti o protezione delle reti di computer, come l’internet di casa o dell’ufficio, dagli attacchi.
  • Sicurezza dei Dati
  • Sicurezza delle Applicazioni
  • Formazione e Consapevolezza sulla Sicurezza.

Il contributo dell’intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale rende i programmi di sicurezza informatica ancora più efficienti nello svolgere il loro lavoro. L’AI può monitorare costantemente i computer e le reti per cercare segni di attività sospette, come un ladro che cerca di entrare di nascosto.

L’AI è brava a riconoscere schemi. È come avere un guardiano che può riconoscere i modi in cui i ladri si comportano e poi avvisare quando qualcosa sembra strano. Questo aiuta a identificare gli attacchi prima che causino danni. Tieni conto che L’AI può imparare dai nuovi tipi di attacchi e diventare più intelligente nel tempo.

Immagina che l’Intelligenza Artificiale (AI) in ambito Cybersecurity sia come un guardiano esperto che guarda un grande schermo che mostra tutte le persone che entrano e escono da un parco giochi.

Ogni persona ha un modo particolare di vestire, camminare, parlare e giocare. Allo stesso modo, ogni tipo di attacco informatico ha un suo “stile” o modello.

Ad esempio, diciamo che c’è un gioco nel parco dove devi inserire una password per entrare. Ora, immagina che il guardiano (l’AI) veda sullo schermo una persona che prova molte password diverse, una dopo l’altra, molto velocemente. Questo è un modello di comportamento sospetto, perché la maggior parte delle persone prova solo una o due password.

Nel mondo reale della Cybersecurity, questo potrebbe essere un attacco chiamato “brute force”, dove un hacker prova molte password diverse per cercare di entrare in un sistema. L’AI riconosce questo modello perché ha “imparato” che provare tante password in fretta non è normale.

Quando l’AI riconosce un modello del genere, come il guardiano che vede qualcuno comportarsi in modo sospetto, può allertare le persone giuste o prendere azioni per fermare l’attacco. È un po’ come se il guardiano chiamasse altri addetti alla sicurezza per fermare la persona sospetta prima che possa fare qualcosa di male.

Questo è solo un esempio, ma l’AI può imparare e riconoscere molti altri tipi di modelli di attacco, rendendola uno strumento molto potente nella lotta contro gli hacker e i cyber-attacchi.

Approfondisci la relazione che c’è tra sicurezza informatica e intelligenza artificiale in ambito aziendale:

Sicurezza informatica in azienda con l’AI