Che cos’è la computer vision?

Che cos’è la computer vision?

La Computer Vision (CV) è la capacità di un computer di “vedere” e capire quello che sta guardando, un po’ come fanno gli occhi e il cervello degli umani. Immagina di avere una fotocamera che scatta una foto di una mela. Normalmente, la fotocamera registra solo l’immagine. Ma con la Computer Vision, il computer può guardare quella foto e dire: “Ehi, questa è una mela!”.

Funziona analizzando le immagini (come foto o video) e cercando di capire cosa c’è dentro, proprio come fai tu quando guardi qualcosa. Può riconoscere oggetti, persone, animali e persino capire come si muovono.

Quando si usa la computer vision?

Per esempio, pensa a un videogioco dove devi catturare dei mostri. La Computer Vision aiuta il gioco a capire dove sei nel mondo reale e dove mettere i mostri virtuali, così sembra che siano davvero davanti a te.

Pensa alle auto che si guidano da sole: usano la Computer Vision per vedere la strada, gli altri veicoli, i semafori, e così possono guidare senza aiuto.

Se vuoi leggi anche “Le auto a guida autonoma sono sicure?”

I dottori usano la Computer Vision per analizzare immagini mediche, come radiografie o scansioni, per trovare malattie o problemi che potrebbero essere difficili da vedere a occhio nudo.

Leggi Diagnostica medica con l’AI

Le telecamere di sicurezza grazie alla Computer Vision possono riconoscere persone sospette o attività strane, e aiutare a tenere gli edifici più sicuri.

In agricoltura, la Computer Vision può essere usata per vedere quali piante sono sane e quali sono malate, o per capire quanto sono cresciuti i raccolti.

Leggi anche “L’agricoltura di precisione e l’intelligenza artificiale”

Nelle fabbriche, può aiutare a controllare la qualità dei prodotti, riconoscendo pezzi difettosi o aiutando a montare cose complesse.

La CV Aiuta gli scienziati a monitorare gli animali selvatici e l’ambiente, analizzando le foto per capire meglio come vivono gli animali e come cambia il nostro pianeta.

Come vengono elaborate le immagini?

Prima di tutto, prende un’immagine, che può essere una foto o un frame di un video. Poi, il computer analizza questa immagine. Qui entra in gioco la “geometria”. Immagina che l’immagine sia divisa in tanti piccoli pezzettini, ognuno con forme e colori diversi. Il computer cerca di capire come questi pezzettini si collegano tra loro, un po’ come fare un puzzle. Questo aiuta a identificare oggetti o persone nell’immagine.

Ora arrivano le CNN (reti neurali convoluzionali), che sono come dei super detective nella Computer Vision. Le CNN sono un tipo speciale di algoritmi, ovvero delle istruzioni che il computer segue per fare qualcosa.

Le CNN sono molto brave a riconoscere pattern o modelli nelle immagini, come le linee di un edificio o la forma di un naso. Immagina che ogni “neurone” in una CNN sia come un piccolo occhio che guarda solo una parte dell’immagine.

Alcuni neuroni potrebbero essere bravi a riconoscere bordi, altri colori, e altri ancora forme specifiche. Lavorano insieme, passando le informazioni da un neurone all’altro, per capire cosa c’è nell’immagine.

Dopo che tutti questi neuroni hanno esaminato l’immagine, la CNN arriva a una “decisione”. Può dire cose come “questa è una mela” o “qui c’è un gatto”.

Per comprendere a fondo il funzionamento delle reti neurali convoluzionali leggi
Le reti neurali convoluzionali, un modo per vedere bene al minimo costo